Sabato 16 GIUGNO  2018

 

“Ti chiedo … che siano tutti uno; e come tu, o Padre,

sei in me e io sono in te, anch'essi siano in noi:

affinché il mondo creda che tu mi hai mandato. 

Io ho dato loro la gloria che tu hai data a me,

affinché siano uno come noi siamo uno; 

io in loro e tu in me; affinché siano perfetti nell'unità,

 e affinché il mondo conosca che tu mi hai mandato,

 e che li ami come hai amato me.

Giovanni 17 :21-23

 

 

 

Un’estate armoniosa …

Armonia”, definizione:

- Qualità di un insieme che risulta dall’accordo delle sue parti o dei suoi elementi e del loro adattamento a un fine: l’armonia dell’Universo, del corpo umano.

- Rapporto felice fra due parti di un tutto (forme, colori, suoni, ritmi, ecc.) in particolare di un’opera artistica o letteraria. DIZIONARIO DELLA LINGUA FRANCESE LAROUSSE.

 

Dio è armonia. Il Padre, il Figlio e lo Spirito, tre in uno, in un perfetto accordo eterno, senza dissonanza, senza stecche. Tutto ciò che Dio fa è armonioso. La creazione ci dà un’idea che toglie il fiato della capacità di Dio di immaginare dei sistemi equilibrati di una complessità e di una ricchezza prodigiose, perché se Dio ama l’armonia, non conosce la routine. Dovunque guardiamo, sia nel mondo vegetale, minerale, animale, nell’organizzazione del cosmo, dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande, tutto ciò che ha creato funziona armoniosamente, in osmosi con ciò che lo circonda in una complementarietà senza margine d’errore.

L’essere umano, rifiutando la posizione che gli appartiene, è venuto a sconvolgere quest’armonia perfetta. Ha interrotto il ciclo, spezzato l’unità, sregolato la bilancia, devastato la coerenza…

Dal suo equilibrio interiore, fino alla relazione personale col suo Creatore, passando dalla sua integrazione dell’ambiente, senza dimenticare i rapporti con i suoi simili, tutto è disarmonico, una lotta, affronti, aggressioni per dominare.

Con un accanimento terrificante, distruggiamo le nostre risorse naturali, maltrattiamo i nostri corpi e le nostre anime, combattiamo i nostri congeniti… e siccome non sappiamo ripristinare l’armonia, abbiamo inventato un suo surrogato: l’uniformità!

Un solo modo di pensare, mangiare, vestirsi, comportarsi… e abbiamo l’arroganza e soprattutto la cieca stupidità, di chiamare questo “la nostra libertà”.

Ma Cristo è venuto per proporre la libertà autentica, quella che rende possibile un ritorno verso l’armonia. Ridiventando il centro delle nostre vite, Egli ci permette di uscire dal caos, di ritrovare la nostra dignità, la nostra identità. Egli ci guarisce e ci trasforma perché possiamo essere la persona originale e indispensabile che ha progettato e voluto. Basta competizioni, paragoni, frustrazioni e delusioni perché non siamo come… perché vorremmo essere meglio di…

Comprendiamo, accettiamo di essere una creazione unica, destinata a inserirci precisamente in uno spazio preparato in anticipo perché ne diventiamo una piccolissima parte, ma insostituibile, di un tutto immenso e armonioso. Quando acconsentiamo a prendere il nostro posto sulla portata, di essere quella nota distinta, ma unita a un tutto, minuscola, ma indispensabile nel grande spartito, allora, oltre le parole e le formule vuote, possiamo dire che la nostra vita Lo glorifica.

Tratto da “La pensée du mois” - Philip RIBE

© Tous droits réservés - www.philip-ribe.com 

Tradotto con permesso dal sito web http://www.bible-ouverte.ch

Carissime amiche ed amici di MANNA PER OGGI,
da domani saremo assenti per un periodo di vacanza.
Ma torneremo... a Dio piacendo!
Potrete rileggere le meditazioni bibliche
a partire dal giorno 16 luglio p.v.
Nell'attesa, vi mandiamo un saluto affettuoso in Cristo Gesù,
nostro Salvatore e Signore
Anna VANNINI
Sara e Claudia Guiati

 

 Anna Vannini  - annavannini@alice.it

 

© Pagina stampabile per uso personale.

Ogni altro uso deve essere concordato con l'autore

o con "Donne cristiane nel Web".

 

Puoi leggere le meditazioni di Manna per Oggi su Facebook

alla pagina

https://www.facebook.com/mannaperoggi/

 

 

   annavannini@alice.it